LABORATORIO DI TEATRO PER BAMBINI E PER RAGAZZI

  • TeatroBimbi
  • Anna saggio11
  • Saggio bambini - Abraxa Teatro
  • Saggio bambini - Abraxa Teatro
  • Saggio bambini - Abraxa Teatro
  • Saggio bambini - Abraxa Teatro
  • Saggio bambini - Abraxa Teatro
  • Saggio bambini - Abraxa Teatro

TeatroinGioco a Villa Flora! Il Talento dell’Imperfezione: laboratori teatrali per bambini dai 6 ai 10 anni e per ragazzi dagli 11 ai 14 anni con l’intento di realizzare un percorso creativo che ha l’obiettivo di donare ai partecipanti strumenti utili per conoscere la propria espressività e per superare le barriere delle eventuali differenze (anche di lingua, tanto che 1 volta al mese l’incontro si svolgerà in inglese) e dell’affermazione del sé.

I laboratori, a cura di Rita Gianini e Ilaria Cenci, è annuale, da ottobre a giugno, con 4 appuntamenti mensili, dalle 17:00 alle 18:30 per i bambini e dalle 16:45 alle 18:45 per i ragazzi in giorni della settimana che saranno definiti alla fine di agosto. 1°lezione di prova gratuita a fine settembre. Saggio di fine corso. Costo mensile dei corsi: € 45,00 più € 5,00 di iscrizione il primo mese.

Dopo anni di esperienza nella formazione teatrale di bambini e ragazzi, utilizzando la comicità e le semplici regole della Commedia dell’Arte, sono stati messi a punto due laboratori teatrali che possano portare bambini e ragazzi a usare la propria creatività nel gioco e, tramite questo, a superare il giudizio di sé e degli altri, imparando il rispetto e l’ascolto del proprio corpo e dell’ambiente, tutto filtrato dal gioco e dall’ironia.

Questa idea di teatro porta, quindi, a utilizzare “il palco” come spazio neutro dove poter correre dei rischi e cioè uscire dall’ordinario e affermare la propria originalità e anche la bellezza dell’errore.

I laboratori inizieranno con la proposta gioiosa di semplici esercizi, derivati da tecniche di base teatrali, per dare una nuova consapevolezza della voce e del corpo per poi proporre un periodo di improvvisazioni creative, individuali e di gruppo.

Un metodo per far raccontare se stessi e il proprio ambiente e per contribuire in questo modo a far emergere desideri, bisogni e paure.

Poiché l’ascolto è una delle grandi regole del teatro, come educatrici, il lavoro vuole essere quello di aiutare a formare giovani individui che basano la loro vita sul valore e il rispetto degli altri; non vogliamo formare attori o futuri premi oscar ma bambini e ragazzi capaci di rischiare e prendersi la responsabilità anche di non essere perfetti.

Il teatro, che si basa sulle relazioni, da questo punto di vista offre possibilità di crescere, di affrontare anche conflitti e saper andare oltre.

Quest’anno, inoltre, si è prefissati anche un altro piccolo obbiettivo: una volta al mese “si giocherà” improvvisando, ascoltando e interagendo in lingua inglese!

Un esperimento, che la conoscenza della lingua permette di sostenere, mosso dall’entusiasmo di offrire una qualità in più a questo laboratorio.